Anche il borgo più piccolo e nascosto del Salento, nel periodo estivo, si accende di colori e suoni, permettendovi di scoprirne gli aspetti più caratteristici e particolari ed offrendovi soprattutto momenti di svago e spensieratezza.

Come accade ad esempio nel borgo di Secli, il quale sorge sulle propaggini settentrionali delle Serre salentine, vicino ai comuni di Galatone e Galatina. Circa 2.000 anime racchiuse in questo borgo dai diversi gioielli architettonici.

Il Palazzo Ducale è uno di questi e visitandolo vi sembrerà di essere entrati in un vero e proprio castello delle fiabe. Costruito nella seconda metà del XVI secolo, nasce come struttura difensiva.

Molto bella da vedere è anche la chiesa di Santa Maria delle Grazie, attualmente chiusa al culto. Costruita nel XVI secolo, vi stupirà soprattutto per la facciata di tipo rinascimentale e per gli ornamenti che decorano il portale e il rosone centrale.

Dopo aver conosciuto la parte culturale ed artistica di Secli, potrete passare al suo aspetto più divertente e prettamente salentino. Ovvero quella in cui ci si lascia avvolgere dalla simpatia della gente del posto, abbracciando una delle tradizioni tipiche di questa zona: la sagra della carne di cavallo.

Un’ottima occasione per concludere una giornata all’interno di questo piccolo borgo. La sagra viene organizzata ogni anno, nella seconda metà di agosto, nel centro storico del paese e attira tutti coloro che vogliono gustare le specialità salentine accompagnate dal buon vino locale.

La carne di cavallo è proprio una di queste e nei diversi stand che vengono allestiti, è possibile gustarla in diversi modi: fettine arrosto, polpette fritte, viscere al sugo e così via. Spendendo pochi euro.

Le massaie del paese si danno da fare per cucinare questo tipo di carne, molto apprezzata nel Salento, e realizzare un evento imperdibile. Il tutto è accompagnato dalla musica locale che accentua questo clima di festa e genuinità.

L’anima del Salento la si trova proprio in manifestazioni di questo tipo, che uniscono la semplicità delle tradizioni locali alla bellezza dei piccoli borghi, ricchi di storia ed arte.

Per arrivare a Secli, una volta raggiunta Lecce bisogna procedere per Gallipoli sulla SS. 101, imboccare l’uscita per Galatone e proseguire per Secli. Per avere invece informazioni sugli eventi organizzati dalla Pro Loco potete visitare il sito www.prolocosecli.altervista.org.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *