Le alici all’aceto tra i contorni del Salento

Scritto da il 12 settembre 2014

Basta poco per creare un contorno sfizioso, un piatto dal sapore unico, mescolando pochi e semplici ingredienti. E lo sanno bene le massaie salentine, che grazie alla fantasia e alla bontà delle materie prime, hanno dato vita ad una tradizione gastronomica deliziosa, uno dei punti di forza di questo caldo lembo di terra italiana.

Tanti spunti deliziosi tutti da assaggiare una volta arrivati in zona, nei ristorantini locali o nelle numerose sagre estive che colorano di gusto le stradine dei piccoli centri salentini. Le alici all’aceto ne sono un esempio, un contorno facilissimo da realizzare e che potete cucinare direttamente a casa vostra seguendo questa semplice ricetta.

alici-all-aceto-salento

Foto tratta da nicolariccicucinaepassione.blogspot.com

Ricetta delle alici all’aceto

1 kg di alici

500 g di aceto

2 cipolle

2oo g di olio extravergine di oliva

1 spicchio d’aglio

prezzemolo e alloro

Iniziate con il versare in un piatto piano della farina. Spinate le alici e passatele al suo interno, dopoché friggetele in una padella con abbondante olio bollente.

Una volta fritte sistematele in un tegame di creta. In una padella invece fate scaldare l’olio con la cipolla tagliata a fette e lo spicchio di aglio, una volta raggiunto un colore dorato aggiungete l’aceto e fate cuocere il tutto per circa 10 minuti.

Terminata la cottura versate il composto sulle alici, aggiungete il prezzemolo tritato e qualche foglia di alloro, e lasciate riposare il tutto per qualche giorno. Gustate le vostre alici all’aceto come contorno o magari su una fetta di pane abbrustolito: vi leccherete i baffi!