Gallipoli e l’antico ponte seicentesco

Scritto da il 17 marzo 2014

Vi abbiamo più volte parlato della città di Gallipoli e della sua incredibile bellezza. Si tratta della famosa “perla dello Ionio”, romantico appellativo che la città ha conquistato proprio grazie ai suoi paesaggi e alle numerose ricchezze storiche ed artistiche in essa contenute.

Ciò che stupisce di Gallipoli, agli occhi del visitatore che l’ammira per la prima volta, è senza dubbio la sua particolare conformazione. Essa infatti risulta divisa in due zone distinte, una antica e una moderna. La prima, che rappresenta il centro storico, si trova incastonata su un’isola di origine calcarea, mentre la seconda, ovvero il borgo, si trova sulla terraferma.

Il ponte seicentesco di Gallipoli

Ciò che unisce le due zone, quella antica e quella moderna, è un antico ed affascinante ponte risalente al Seicento. Al suo posto, anticamente, era presente un istmo sul quale passava la strada di accesso, ma i numerosi attacchi via mare da parte di popolazioni straniere, portarono gli abitanti a tagliarlo e a posizionare al suo posto, nel 1603 il suggestivo ponte.

gallipoli-ponte

Il ponte in muratura prevedeva inizialmente una parte terminale occupata da un ponte levatoio, che rendeva la città inattaccabile di fronte al nemico. La sua costruzione occupò ben quattro anni e costò circa 150.000 ducati.

Una struttura maestosa che ha subito nel corso dei secoli numerosi cambiamenti. Il primo fu appunto l’eliminazione del ponte levatoio, occupato da una strada destinata dapprima al passaggio delle rotaie e successivamente a quello delle auto.

Fu restaurato nel 1768 e dotato poi, nel 1795, di una curva a gomito che lo collega alla città. La presenza della ferrovia posizionata parallelamente ad esso portò all’ampliamento del ponte nel 1879, successivamente raddoppiato nel 1938.

Durante la vostra passeggiata nella bella Gallipoli non potrete non ammirare ed attraversare questo antico ponte, ricco di storia e dettagli affascinanti, intitolato nel 2011 alla memoria di Giovanni Paolo II.

Del resto è l’unica strada di accesso alla parte antica della città, ricca di chiese e strutture interessanti che non potete di certo perdervi, oltre a negozietti e ristorantini caratteristici posizionati di fronte ad un mare e un panorama stupendi.