Appuntamento romantico con la sfinge

Scritto da il 16 maggio 2017

Degna di una copertina di riviste di fotografia, complice la magia delicata della Luna piena che illumina soave la Sfinge che emerge dalle acque, con un click incanta tutti quelli che hanno avuto la fortuna di vederla: stiamo parlando di una fotografia, diventata ormai un simbolo, che sta facendo davvero il giro del web. Questa stupenda e singolare immagine delle rocce che sembrano una ricostruzione naturale della famosa Sfinge che si trova tra le sabbie dorate egiziane, è stata invece scattata qui nella nostra bella e poco valorizzata Italia e precisamente nell’incantevole baia di Sant’Andrea, dove tra le sue acque cristalline e la sabbia ambrata, possiamo veder trasformato il plenilunio in un vero e proprio spettacolo della natura, grazie alla magica atmosfera che si viene a creare e alla magia di luci, ombre e riflessi…. Ha fatto di questo scatto così misterioso ed etereo un icona.

foto sfinge

Foto di Matteo Linciano

Ma andiamo ad analizzare più da vicino la suggestiva foto: vediamo quindi lo scoglio ‘lu Tafarulu’, una formazione rocciosa chiamata anche La Sfinge, evidentemente per la grande somiglianza con la statua egiziana con il corpo di leone e la testa umana. Qui La Sfinge esce dalle acque e sembra voler godere, illuminata dalla sua luce soffusa, nella piena solitudine e nell’oscurità della notte dello spettacolo della Luna piena. Intorno il paesaggio è magico, quasi mistico, fra dune di sabbia, isolotti, faraglioni, calette e l’oscurità. Il punto focale sicuramente è la luce intensa,quasi abbagliante, della Luna piena che riflette sull’acqua accentuando ancor di più il buio della notte che si percepisce guardando l’orizzonte.
Autore di questo incantevole scatto è Matteo Linciano, un giovane fotoamatore, che oltre a catturare la bellezza della Sfinge, nella notte ha realizzato altre diverse e suggestive fotografie nel porticciolo della Marina di Melendugno, dandoci dei punti di vista insoliti della spiaggia.

Fare pubblicità solo con una fotografia è possibile e poi a costo zero e soprattutto su Internet! Sì è proprio quello che è successo con la foto della Sfinge che esce dalle acque. Dopo essere stata postata sul social network Facebook è stata condivisa da molti utenti, permettendo a questa zona, al Salento ma anche alla Puglia tutta, di essere pubblicizzata a livello turistico, conosciuta e valorizzata da tante persone al di fuori della cerchia dei locali. Questo non può che essere un elemento positivo perché Melendugno, in provincia di Lecce, insieme alle sue incantevoli marine, quali Torre Specchia a San Foca, Torre dell’Orso e Sant’Andrea, sono spiagge paradisiache affacciate sulla costa adriatica, ognuna con la sua particolarità. Sono lì per offrire la bellezza nascosta tra  insenature, solitarie calette scavate nelle rocce e bagnate da mare di un blu cobalto che non ha eguali, il tutto circondato da una prorompete macchia mediterranea, un’incantevole pesaggio di una natura selvaggia fatta di ulivi, fiori e frutteti. E proprio su questo tratto costiero sorgono alcuni dei più conoscuti e attrezzati villaggi turistici del Salento tra cui il The Village Salento (www.thevillagesalento.com) e l’Araba Fenice Village.