Salento Mar Jonio: 70 Km di spiagge e mare cristallino

Scritto da il 26 agosto 2011

Il Salento è, da sempre, sinonimo di vacanze al mare e sole splendente. Nella sua lunghissima estensione costiera, che va dall’Adriatico allo Ionio, il Salento alterna una lunghissima striscia di scogli ad una serie di lidi sabbiosi che solo raramente sono interrotti da qualche raro scoglio. Così, se la riva orientale delle spiagge salentine è quasi interamente ricoperta di scogliera, quella occidentale, affacciata sul mar Ionio, è un susseguirsi quasi ininterrotto di spiagge sabbiose.

Il tratto delle coste salentine ricoperto di spiagge si prolunga da Porto Cesareo a San Gregorio, per un’ estensione pari addirittura a 70 km. Veramente numerose sono le spiagge da visitare su questa lunghissima distesa di sabbia, ciascuna delle quali possiede una ragione unica per essere visitata. Il turista che desidera fare un tour delle spiagge del Salento non può fare a meno di leggere questa breve guida per decidere quali sono le destinazioni più adeguate al tipo di vacanza che vuole trascorrere.

 Una breve rassegna dei lidi che si incontrano viaggiando da nord a sud della costa ionica del Salento comprende:

    • Porto Cesareo, caratterizzato dall’ acqua cristallina la cui profondità supera di poco il metro, rendendo questo lido in tutto simile ad una piscina naturale. Nella zona di Porto Cesareo è possibile mangiare un pesce veramente freschissimo a prezzi che, paragonati al resto d’ Italia, sono ridicoli.

 

    • Baia Verde – Gallipoli, il cui pregio è principalmente quello di coniugare una lunghissima spiaggia di sabbia con la prossimità di una città d’ arte e di storia di grandissimo pregio.

 

    • Marina di Mancaversa presenta il proprio valore aggiunto nei fondali marini ricchi di flora e fauna, che rendono la spiaggia l’ideale per attività di immersioni e molto apprezzata da chi ama la fotografia subacquea.

 

    • Torre San Giovanni è una delle marine di Ugento, che presenta numerose bellissime particolarità, prima fra tutte la fascia di pineta che incornicia una spiaggia dia sabbia bianca e finissima. Particolarmente caratteristiche anche le isolette che scandiscono il profilo estremamente uniforme di questo lido.

 

    • Lido Pineta, è un’ altro dei lidi compresi nella Marina di Ugento, particolarmente notevole per la varietà dei servizi offerti. Intanto, è possibile trovare sia la spiaggia libera che quella attrezzata. La spiaggia è immersa nella macchia mediterranea che rende il complesso estremamente suggestivo.
    • Torre Mozza, è da segnalare intanto per la ottima dotazione di strutture ricettive presenti nei dintorni, dai Bed & Breakfast ai villaggi vacanze costruiti recentemente; particolarmente interessante per coloro che praticano attività di bird-watching, grazie alla presenza di numerose specie di uccelli marini.

 

    • Lido Marini è una delle preferite per le famiglie con bambini, grazie alla facilità di accesso del lido ed ai fondali bassi e cristallini. Negli ultimi anni un forte incentivo al turismo in questa zona è stato possibile anche grazie alla recente costruzione di imponenti strutture alberghiere; anche le spiagge sono tra le più attrezzate del Salento, in relazione ai servizi reperibili su questa spiaggia.

 

    • Torre Pali, i cui lidi, assieme a quelli di Pescoluse condividono la denominazione di Maldive del Salento. Denominazione ben meritata, se si pensa che il lido che va da Torre Pali a Pescoluse passando per Posto Vecchio presenta acque particolarmente limpide.

 

    • Pescoluse oltre che presentare una delle spiagge più belle e rinomate della costa ionica del Salento, è costituito da una serie di lidi, la cui estensione complessiva è sufficientemente larga da consentire una piacevole permanenza anche nei periodi di maggiore affluenza. Questo significa che, anche nei periodi di punta, la spiaggia di Pescoluse non è mai strapiena come accade a molte altre spiagge e calette.

 

    • San Gregorio, con la sua costa tufacea, presenta uno spazio ridotto per i bagnanti ma è comunque un comodissimo punto di appoggio come base per raggiungere le altre località della zona.

 

 

 

Quale che sia la meta prescelta, fra le innumerevoli spiagge d’ incanto situate sulla costa ionica del Salento, cifra comune di tutte è il mare che nulla ha da invidiare ai Caraibi o alla Polinesia, e le spiagge assolate di sabbia bianca.

In ciascuna località, a seconda delle preferenze, si trova spiaggia libera o attrezzata; per il resto, le spiaggie ioniche del Salento si caratterizzano proprio per l’ assenza di strutture capillari nei pressi dei lidi. Ed è questa caratteristica che le rende incontaminate, e particolarmente adatte a quanti cercano il relax non nel comfort dei servizi o nella movida bensì nella purezza degli ambienti naturali.

Ulteriore elemento a favore per accordare la propria preferenza alle spiagge del Salento è la straordinaria concentrazione di lidi che si possono raggiungere di giorno in giorno a partire da un’ unica base di appoggio: questo consente di poter visitare comodamente più località senza doversi limitare a poche escursioni.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *